news_0005 - A.S.D. Atletica Racconigi

Vai ai contenuti

Menu principale:

news_0005

Livello 4 > news

"mia cara squadra!

Vi scrivo inondato da un immenso affetto per voi, in gruppo e ad uno ad uno. La fucilata che m'ha colpito sul Monte Faudo, al 23° km, a quanto pare dalle risultanze scientifiche, non era poi un colpo mortale. Io personalmente, ho perso i sensi all'arrivo. Ma sono un topo di pianura. E, passata quota 1250, con 23 km nelle gambe di cui 11 in salita e 18 in fuga (rispetto a quelli della mia categoria) io mi sentivo anche bene, ma non capivo perché, pur respirando, l'aria non entrava. O, comunque, il mio sangue non portava più niente.
Sembrava che avessi addosso una mezza dozzina di bacilli batteri e schifoserie varie. Gli esami hanno escluso quel che alla medicina tradizionale pare più temibile.
Io, di mio, sono un orcio gonfio di antibiotici e cortisone.
Un dèmone meraviglioso m'ha inondato sul Monte faudo. Foresta incantata. L'ho affrontata senza paura. Ho perso. La foresta m'ha bastonato ma mi ha voluto bene. Voleva che capissi una cosa che m'era sfuggita. L'ho capita. Rinasco. Presto.

Vi mando due immagini degli istanti il cui il diavolo mi cavalcava. A un cero punto ho visto un miraggio. Ma era solo una spugna."

 
Torna ai contenuti | Torna al menu